Skip to main content

I LUOGHI

LA CASA DELLE TERRE DI PIETRA E D’ACQUA

ROCCAPORENA DI CASCIA

Con il suo Scoglio al centro e con le sue falesie e alture tutte intorno a custodirne l’imponenza, Roccaporena è il cuore naturale delle Terre di Pietra e d’Acqua.
Il borgo natìo di Santa Rita, la Santa degli impossibili, che dista appena sei chilometri da Cascia, rappresenta per il Parco Culturale Ecclesiale la base di partenza del progetto e la sede prediletta intorno cui si sviluppano la maggior parte delle sue attività.
Tra le case in pietra ancora sono visitabili i piccoli edifici testimoni della vita terrena di Santa Rita: la casa natale, dove nacque, la casa maritale, dove visse con la famiglia, il lazzaretto, dove si prendeva cura dei pellegrini malati.
Poco più in alto l’Orto del miracolo dove, prossima alla morte, fece nascere rose in pieno inverno e, ancora più in alto, lo Scoglio della preghiera, dove saliva per sentirsi più vicina a Dio e dove ogni giorno salgono incessantemente i suoi devoti per chiedere grazie o per tenere fede ad un voto.
Il territorio intorno è una meraviglia naturalistica da scoprire, grazie a un intessuto di sentieri che offrono la possibilità di incamminarsi verso le alture un tempo utilizzate come pascoli e oggi luoghi da cui godere di viste formidabili che si aprono su paesaggi di incredibile bellezza.

GLI ALTRI LUOGHI

Il Parco Culturale Ecclesiale abbraccia tutto il territorio dell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia. Una parte ampia dell’Umbria dove si concentrano storie millenarie di identità culturali e religiose, urbane e paesaggistiche, che, tutte insieme, formano l’immensa ricchezza delle Terre di Pietra e d’Acqua.